Simbolo Hara-orizzontale-bianco
gravidanza palestra attività fisica maternità

Gravidanza: cosa fare pre e post parto

La gravidanza spesso viene visto come un momento in cui tutto ciò che una donna deve fare , è starsene a casa e riposare.

A meno che non sussistano condizioni patologiche, possiamo sentirci libere di vivere questi nove magici mesi nel modo che ci fa sentire meglio, preoccupandosi sì del piccino, ma anche di noi stesse come donne, a partire dalle preoccupazioni sulla nostra salute fino ad arrivare, perché no, alle preoccupazioni di tipo estetico.

Ecco perché oggi le donne più sportive non ne vogliono proprio sapere di abbandonare il fitness in gravidanza e le stesse preoccupazioni spingono spesso anche le donne più sedentarie a intraprendere un’attività fisica durante la dolce attesa.

Recenti studi dimostrano che una moderata attività fisica, oltre a non fare male, migliora la gravidanza dal punto di vista fisico e psichico e permette un recupero post parto molto più veloce da ogni punto di vista, proteggendo in parte anche dalla stessa depressione post-partum.

Durante questo periodo il corpo subisce considerevoli cambiamenti. L’allenamento deve essere d’aiuto e di sostegno al cambiamento del corpo e al successivo parto.
Gambe e schiena sono le parti più sollecitate, perciò tonificare la muscolatura della schiena è utile per prepararla a sostenere le modifiche che il corpo subirà durante la gestazione.

Quando iniziare?

E’ importante aspettare il 3° mese, aver fatto l’ultimo controllo dalla ginecologa che vi conferma che la vostra gravidanza procede senza problemi. Se va tutto bene, potete iniziare a fare attività.

Quale attività praticare?

E’ bene evitare tutti gli sport che contemplano urti o scossoni, come sci, tennis, zumba, cross-fit, box, arti marziali, tutte quelle attività ad alto impatto. Potrebbero causare il distacco della placenta.
Le attività indicate sono ginnastica dolce, il Gyrotonic, esercizi a corpo libero mirati a tonificare le parti del corpo che sono più sollecitate, alternando esercizi di mobilizzazione per la schiena e per il bacino.
Utili anche esercizi di respirazione per essere poi in grado di utilizzare le varie tecniche durante il parto. Spesso durante i corsi pre-parto vengono spiegate solo alcune cose.

L’attività fisica se adeguata quindi aiuta a vivere meglio il periodo della gravidanza apportando diversi benefici:

  • aiuta la circolazione sanguina e linfatica
  • Migliora le capacità respiratorie e cardiache della futura mamma (il peso del bambino le diminuisce di circa il 30-50%).
  • Il corpo, mantenuto in allenamento, ritrova con maggior velocità la forma fisica perduta a causa della gravidanza.

La gravidanza non è una malattia ma pone dei limiti: non puoi pretendere quindi né di raggiungere gli stessi traguardi che ottenevi prima né tantomeno di ottenere subito grandi risultati, se non hai mai svolto attività fisica in precedenza.

Post-parto!

Non c’è donna più sola al mondo di una neo-mamma! È un detto comune, nella maggior parte dei casi corrisponde però alla verità e rappresenta un grave problema non solo per il bambino ma per l’intera famiglia.

All’inizio amici e parenti fanno a gara per venire a vedere per primi il nuovo arrivato, fino a rasentare la soglia della maleducazione e dell’invadenza: dopo qualche mese, ogni “movimento” si placa, la mamma che non è ancora rientrata al lavoro, è costretta in casa dai ritmi del bebè, dai primi malanni, dal freddo o dalla pioggia che le impediscono di uscire, anche solo per una semplice passeggiata.

L’appuntamento con la palestra diventa allora un punto di riferimento irrinunciabile, non solo per la remise en forme ma anche per la salute mentale della neo-mamma. Quindi non sentitevi in colpa per dedicarvi del tempo per voi stesse!

Non è quell’ora che vi ritagliate che fa di voi delle cattive madri! 

E’ molto meglio che il vostro bambino ti senta serena e non stressata, e dopo il tuo momento in palestra, tornerai da lui con ancora più entusiasmo e tanto da dare!

Importante anche in questo caso aspettare il 3°mese dal parto e aspettare il consenso della ginecologa, se non ci sono state complicazioni durante il parto. Importante riprendere in maniera graduale dando priorità alla schiena, che ha portato per 9 mesi un peso “straordinario”, rinforzare le braccia perchè i bimbi sono pesanti da tenere in braccio. Poi nel tempo si penserà e recuperare la forma fisica!

La cosa più importante è affidarsi a delle persone esperte e professionali , non buttatevi in corsi di gruppo a meno che non siano tutto mamme o neo mamme, e se potete lavorate con un Personal Trainer che vi seguirà passo per passo in modo corretto e sicuro!

Se volete conoscere i mie programmi per le mamme e neo-mamme contattatemi harastudiob@gmail.com