Simbolo Hara-orizzontale-bianco
Ernia al disco

Ernia al disco: Tutto ciò che devi sapere!

Se ti hanno diagnosticato un ernia al disco, questo articolo ti sarà utile per avere maggiori informazioni!

In questo articolo parliamo di ernia al disco, è la fuoriuscita del nucleo polposo dalla sua sede normale.
Il sintomo compare quando il nucleo erniato comprime o irrita la radice del nervo spinale.
In genere l’ernia del disco si manifesta a livello cervicale, o lombosacrale e in alcuni rari casi dorsale.

Sintomi

Il dolore può presentarsi sia in modo improvviso, sia in forma insidiosa nel tempo.
Peggiora con il movimento, con la tosse e gli starnuti.

Nelle ernie cervicali la flessione o l’inclinazione del collo sono dolorose e provocano irradiazione alla spalla , al braccio, alla mano a seconda del livello interessato.

Nelle ernie lombari il sollevamento di un arto inferiore può provocare dolore alla gamba o alla schiena , quando interessa il nervo sciatico, il dolore si localizza nella natica, sulla parte posteriore della coscia, del polpaccio e del piede. I muscoli innervati dalla radice colpita possono indebolirsi fino a diventare atrofici e flaccidi.

Emotività

Questa è una lettura prettamente medica, ma potremmo anche optare per un’altra lettura che potrebbe aiutarci a comprendere meglio come mai ci è capitato questo!

Il corpo parla, cerca di mettersi in contatto con noi, ma spesso dalla fretta, lo ignoriamo. Solo davanti ad eventi eclatanti, o quando ci blocca siamo costretti a prenderci del tempo e analizzare ciò che sta accadendo.

In campo olistico, per la medicina orientale, l’ernia al disco, ovunque si manifesti, indica una forte tensione nell’area della sicurezza. Tutto ciò che la rappresenta come la casa, il lavoro, il denaro. C’è dunque una tensione che tende a premere  su qualche aspetto della vita della persona affetta, e questa tensione è causata da paura o insicurezza.  In ogni caso l’atteggiamento della persona nei confronti della vita è rigido.

Ti ritrovi in questa descrizione?

Cosa fare?

In ogni caso, in ogni lettura siamo davanti ad una cosa risolvibile!

Se si adottano le strade e le abitudini giuste si può convivere tranquillamente con questo problema senza avere continuamente del dolore addosso! Dopo aver fatto gli esami specifici, se non vi trovate in una situazione di forte dolore e infiammazione, la prima cosa che dovete fare è iniziare un’attività fisica da svolgere con regolarità.

I medici non sempre danno consigli adeguati sul tipo di attività e sulla modalità. Quindi informatevi molto bene e comunicate al professionista che vi segue quale problema avete.

L’attività adeguata vi permetterà di mantenere sotto controllo questo tipi di dolore, e di ritrovare un equilibrio senza dover rinunciare alle vostre attività quotidiane.

Non imbottitevi di antinfiammatori! 

Danneggerete lo stomaco, e non sarà una soluzione ma un palliativo momentaneo. Se vi trovate in una condizione di forte infiammazione perchè avete aspettato parecchio prima di intervenire, rivolgetevi ad un bravo osteopata, che vi farà qualche trattamento per rientrare dal dolore. Anche qui però, fate attenzione, il suo lavoro è prezioso e molto utile, ma dovete alla fine del vostro percorso iniziare un’attività fisica,  che vi permetterà di mantenere la situazione sotto controllo. Il movimento si rivela indispensabile, per non tornare ad infiammare quella zona, e ritrovarvi magari di nuovo bloccati o a letto con tanto dolore.

Ad oggi sulla base della mia esperienza e delle persone che si sono rivolte a me per questo tipo di problema il Gyrotonic, è l’attività più adeguata per la vostra schiena.  Le lezioni sono individuali, questo vi garantisce di fare un lavoro molto preciso e personalizzato, e gli esercizi sviluppano una maggiore forza e flessibilità della vostra colonna vertebrale. Ogni movimento vi aiuta a creare spazio tra una vertebra e l’altra dandovi così sollievo immediato! Chi vi suggerisce di non praticare alcuna attività, vi sta indicando la strada per continuare ad avere dolore, dipendere dai farmaci, e dalle sue terapie.

Ad oggi ci sono diversi strumenti di informazione, alcuni sono poco credibili e non professionali, ma alcuni vi possono essere d’aiuto per essere guidati nelle scelte giuste.

Questo articolo voleva essere proprio una piccola guida, su come muoversi in questi casi.

Rivolgetevi a professionisti, oltre ai medici, cercate anche strade alternative prima di intervenire chirurgicamente, sentite più pareri! Ricordatevi che i medici non sono informati su tutto! Sono molto competenti e preparati sulla loro professione , ma sulla nostra non tanto, perchè purtroppo spesso viene snobbata.  Tra i vari articoli che ho scritto ne trovate uno dedicato proprio a ciò che consigliano i medici!

Se avete un’ernia non preoccupatevi la soluzione c’è, io sono a vostra disposizione per ogni dubbio o domanda riguardo alle attività dello studio.

Potete contattarmi alla mia mail harastudiob@gmail.com oppure anche al n. 342.3955644

buona giornata! e….

Move your Body!